GAS FLUORURATI: MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE

IMPIANTI, Impiantistica
  • Home    
  • GAS FLUORURATI: MANTENIMENTO DELLA...

Nelle verifiche di mantenimento quali sono i documenti che l’OdC deve richiedere all’Impresa per confermare la certificazione?

Tra i documenti che vengono richiesti all’impresa in sede di verifica annuale di sorveglianza vi sono:
– Eventuali reclami;
– Piani Qualità o evidenze dell’inserimento degli elementi del PdQ nell’eventuale MQ del SGQ  dell’Impresa;
– Schede di commessa (una per ogni lavoro riferito al campo di applicazione), utilizzata anche ai fini della verifica se gli interventi effettuati ricadono nella Categoria di certificazione dell’addetto (Cat. I, Cat. II, ecc.) per il Reg. (CE) 303;
– Status degli addetti certificati;
– Status delle attrezzature, comprese manutenzioni ed eventuali tarature;
– Fatturato degli ultimi tre anni in merito al settore coperto da certificazione;
– Dati sulla tipologia e quantità degli F-Gas acquistati/utilizzati/smaltiti.

 

Quali sono gli adempimenti annuali per il mantenimento del certificato per le persone ?

Attenzione: Il certificato rilasciato alla persone addette alle attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008, n. 304/2008, n. 305/2008 e n. 306/2008 ha durata decennale.
Il Regolamento Tecnico di Accredia RT28 rev. 01 del 11/09/2012 che fissa le prescrizioni per l’accreditamento di Organismi operanti le certificazioni delle persone , stabilisce che ai fini del mantenimento del certificato rilasciato, ogni anno le persone fisiche certificate, direttamente o tramite il proprio datore di lavoro, devono inoltrare all’organismo di certificazione che ha rilasciato alla persona il certificato, una dichiarazione con cui attestano, ai sensi del DPR 445/2000:
– di aver svolto almeno un intervento su un impianto durante l’anno;
– di non aver subito reclami da parte di Clienti sulla corretta esecuzione dell’incarico svolto.
Maggiori informazioni circa le modalità per effettuare il rinnovo, gli importi da versare, nonché le modalità per effettuare il pagamento, vanno richiesti all’organismo di certificazione che ha rilasciato il certificato.

 

Quali sono gli adempimenti annuali per il mantenimento del certificato per le imprese ?

Attenzione: Il certificato rilasciato alla imprese che svolgono attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008 e n. 304/2008 ha durata quinquennale.

Il Regolamento RT 29 rev 02 del 30/09/2013 stabilisce però l’obbligo per le imprese di una verifica di sorveglianza annuale per il mantenimento della certificazione.
Nell’arco dei cinque anni di validità della certificazione, le verifiche del ciclo potranno essere effettuate annualmente a livello documentale. Per eventuali approfondimenti/gestione segnalazioni, l’OdC potrà comunque richiedere all’impresa di sostituire uno degli esami documentali con una verifica presso la sede e/o il luogo di intervento. Entro 10 giorni dal rilascio di tale dichiarazione, l’OdC dovrà inserire per via telematica nella sezione apposita del Registro di cui al DPR, l’esito delle verifiche ispettive (mantenimento o meno della certificazione).
Per il mantenimento del certificato per le imprese  è necessario rinnovare l’iscrizione al Registro FGAS ?

L’iscrizione al Registro non prevede un aggiornamento annuale nè il versamento di una quota annuale.
Ricordiamo invece che l’eventuale certificato che persona e impresa hanno ottenuto è soggetto ad una sorveglianza annuale disciplinata dai Regolamenti Tecnici di Accredia, approvati dal Ministero dell’Ambiente.

 

 

Fonte Ministero Ambiente

 

 

 

Categorie delle News


CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©