NOVITÀ GENERATORI A BIOMASSA

CAIT, Caldaisti, ConfApp, Frigoristi, Home, IMPIANTI, Impiantistica
  • Home    
  • NOVITÀ GENERATORI A BIOMASSA

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.294 del 18 dicembre 2017 il Decreto 7 novembre 2017, n. 186 del Ministero dell’Ambiente Regolamento recante la disciplina dei requisiti, delle procedure e delle competenze per il rilascio di una certificazione dei generatori di calore alimentati a biomasse combustibili solide.

 

Decreto 7 novembre 2017 n.186 GU 294 del 18 dicembre 20

 

Il Decreto 186/2017 tratta  la certificazione dei generatori di calore alimentati a biomasse Possono essere oggetto di certificazione ambientale ai sensi del presente regolamento le seguenti categorie di generatori  di  calore, conformi alle norme UNI EN associate a  ciascuna  categoria ed alle successive modifiche di tali norme:

 

  1. a) camini chiusi, inserti a legna:  UNI  EN  13229  –  inserti  e

caminetti aperti alimentati  a  combustibile  solido  –  requisiti  e

metodi di prova;

  1. b) caminetti aperti: UNI EN 13229 – inserti  e  caminetti  aperti alimentati a combustibile solido – requisiti e metodi di prova;
  1. c) stufe a legna: UNI EN 13240 – stufe a  combustibile  solido  – requisiti e metodi di prova;
  2. d) stufe ad accumulo: UNI EN 15250 – apparecchi a lento  rilascio di calore alimentati a combustibili solidi – requisiti  e  metodi  di prova;
  3. e) cucine a legna: UNI EN  12815  –  termocucine  a  combustibile solido – requisiti e metodi di prova;
  4. f)  caldaie  fino  a  500  kW:  UNI  EN  303-5  –   caldaie   per riscaldamento  –  parte  5:  caldaie  per  combustibili  solidi,  con alimentazione manuale o automatica, con una potenza termica  nominale fino a 500 kW – terminologia, requisiti, prove e marcatura;
  5. g) stufe, inserti e cucine a pellet – termostufe: UNI EN 14785  – apparecchi per il riscaldamento domestico alimentati  con  pellet  di legno – requisiti e metodi di prova.

 

Si tratta dell’ufficializzazione a livello nazionale della classificazione a stelle dei generatori a biomassa che è già stata recepita dalle  Regioni  Piemonte, Lombardia, Emilia e Veneto  anticipata dalla certificazione “Aria Pulita” dell’associazioni dei costruttori di tali generatori.

Il produttore che ha ottenuto la certificazione ambientale deve indicare nel libretto d’installazione, uso e manutenzione del generatore di calore, i seguenti dati:

  • la classe di appartenenza;
  • le informazioni necessarie affinché siano rispettate le prestazioni emissive
  • le corrette modalità di gestione del generatore;
  • il regime di funzionamento ottimale;
  • i sistemi di regolazione presenti e le configurazioni impiantistiche più idonee, ivi compresi i valori ottimali del tiraggio per il sistema di evacuazione dei prodotti della combustione cui deve essere collegato il generatore.

Installatori e manutentori devono assolutamente leggere tale libretto per redigere quello di uso e manutenzione dell’impianto dove indicare il tipo di combustibile e le manutenzioni periodiche da eseguire.

Si tratta di una cautela che serve per tutelare sia i clienti che le stesse imprese.

 

 

Per informazioni:
Ufficio Aree di Mestiere – Marco Trussardi (tel. 035.274.355; e-mail: marco.trussardi@artigianibg.com).

 

 

Per vedere le altre notizie sul tuo settore CLICCA QUI

 

Categorie delle News


CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©