PENSIONAMENTO ANTICIPATO: APE SOCIALE E LAVORATORI PRECOCI

Attualità, Movimento Anziani ANAP, Pensioni e Previdenza, Previdenza Integrativa, Tutti i mestieri
  • Home    
  • PENSIONAMENTO ANTICIPATO: APE SOCIALE E...

Il Presidente del Consiglio dei Ministri, in applicazione della Legge di Stabilità 2017, ha recentemente approvato due decreti in materia di riduzione del requisito contributivo di accesso al pensionamento anticipato APE sociale e lavoratori precoci.

 

In sintesi, il lavoratore autonomo può accedere all’ APE sociale con 63 anni di età e almeno 30 anni di anzianità contributiva. A questi due requisiti se ne aggiungono due in alternativa:

a) titolare di invalidità civile uguale o superiore al 74%

b) assistenza da almeno 6 mesi di un coniuge, unioni civili, parente di primo grado, in base all’articolo 3, comma 3 della Legge 104/92.

 

Il lavoratore autonomo può essere compreso fra i lavoratori precoci se ha almeno 12 mesi di contribuzione per periodi di lavoro effettivo precedenti i 19 anni di età e 41 anni di contributi totali. A questi due requisiti se ne aggiungono due in alternativa identici a quelli previsti per l’APE sociale.

 

Il termine per la presentazione di tali domande è stato il 15 luglio, ma è prevista anche una proroga entro e non oltre il 30 novembre, qualora residuino ulteriori risorse rispetto allo stanziamento economico previsto.

 

Sia per l’APE sociale, che per i lavoratori precoci, al momento della presentazione della domanda, deve esserci la cessazione dell’attività lavorativa, o da dipendente, o da autonomo.

Per i lavoratori dipendenti sono previsti due ulteriori requisiti alternativi:

a) stato di disoccupazione con prestazione conclusa da almeno tre mesi

b) elenco di lavori pesanti o usuranti.

 

 

Per maggiori informazioni
Ufficio Inapa – 035.274.240

 

Categorie delle News


CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©