TRAFFICO STRADALE, COME RIDURNE IL RUMORE?

Archivio
  • Home    
  • TRAFFICO STRADALE, COME RIDURNE IL...

Nello svolgere la loro funzione i dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale sono esposti ad una serie di forze dovute al vento, alla pressione dinamica dell’aria causata dal passaggio del traffico e al peso proprio dei loro componenti. Possono inoltre essere soggetti a urti causati da pietre o altri frammenti sollevati e gettati con forza dai pneumatici dei veicoli e, in alcuni Paesi, dalla forza dinamica della neve espulsa dai macchinari adibiti alla pulizia delle strade nel periodo invernale. In ogni caso la deformazione di un dispositivo per la riduzione del rumore sottoposto a tali carichi durante la sua vita di progetto non dovrebbe ridurne l’efficacia.

A tal proposito, sono le commissioni Acustica e vibrazioni e Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture che si sono occupate del recepimento anche in lingua italiana della norma EN 1794-1. Questo documento, aggiornato nel suo contenuto tecnico in modo sostanziale, specifica i criteri per classificare i dispositivi per la riduzione del rumore da traffico stradale in base alle prestazioni meccaniche basilari in condizioni di esposizione normalizzate, indipendentemente dai materiali utilizzati.

Sono fornite una serie di condizioni e requisiti facoltativi per tener conto della vasta gamma di tale prodotto in Europa. Gli aspetti individuali delle prestazioni sono trattati separatamente nelle appendici. La procedura di prova descritta nell’allegato A non considera l’effetto fatica.

Le considerazioni sulla sicurezza in caso di danni ai dispositivi di riduzione del rumore sono trattate nella UNI EN 1794-2.

La norma copre il comportamento attuale del prodotto e per valutarne le prestazioni a lungo termine, si applica la UNI EN 14389-2.

Nel documento sono indicati i seguenti riferimenti normativi:

  • EN 1317-1 Road restraint systems – Part 1: Terminology and general criteria for test methods;
  • EN 1317-2 Road restraint systems – Part 2: Performance classes, impact test acceptance criteria and test methods for safety barriers including vehicle parapets;
  • EN 1990 Eurocode – Basis of structural design

 

(fonte UNI)

 

 

Categorie delle News


CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©