RIDURRE LO SPRECO DI CIBO:
REGIONE LOMBARDIA APRE LE FILA CON UNA LEGGE AD HOC. IN ARRIVO ANCHE LA LEGGE NAZIONALE

Alimentari, Attualità, Tutti i mestieri
  • Home    
  • RIDURRE LO SPRECO DI CIBO:
    REGIONE...

Una delle positive eredità lasciate da EXPO 2015 è legata al dibattito sul cibo che ne è scaturito nel corso dei sei mesi in cui si è svolta questa importante manifestazione che ha visto Milano e la Lombardia al centro dell’interesse mondiale. Questo dibattito è stato raccolto dai nostri governanti – sia locali che nazionali – dai quali sono scaturite alcune leggi o proposte di legge per ridurre lo spreco alimentare e trasmettere alle generazioni future una cultura alimentare volta a valorizzare il cibo in tutte le sue componenti e a minimizzare gli scarti.

 

La Lombardia è stata la prima regione italiana a promuovere una legge in tal senso. Si tratta della n° 34 del 6 novembre 2015. Uno degli obiettivi del testo è ridurre gli sprechi alimentari del 50% entro il 2025.

La proposta di legge è stata un’ iniziativa politicamente trasversale, cui hanno partecipato i consiglieri regionali di tutti i gruppi politici che fanno parte dell’intergruppo «Vita, famiglia ed economia sociale» e della commissione Agricoltura. Tra i punti del provvedimento, vi sono l’istituzione di una Consulta regionale per la promozione del diritto al cibo, il sostegno a programmi, campagne di comunicazione e corsi di educazione alimentare e il recupero e la redistribuzione delle eccedenze. Per il 2016 la Regione ha previsto uno stanziamento di 200 mila euro per le spese previste dalle misure di sostegno contenute nella legge.

 

Anche a livello nazionale è in dirittura di arrivo una proposta di legge per contrastare lo spreco alimentare. In Italia si recuperano circa 500 mila tonnellate di cibo all’anno. Obiettivo di questa nuova legge è di raggiungere il recupero degli alimenti alla quantità di 1 milione di tonnellate.

La legge “spreco zero”, così attualmente definita, è costruita con un lungo e approfondito dialogo con tante associazioni e istituzioni impegnate su questo tema che sta ottenendo l’apporto trasversale di tutte le forze politiche presenti in Parlamento.

 

 

Per informazioni:

Ufficio Aree di Mestiere – Alfredo Perico (tel.035.274.292; e-mail: alfredo.perico@artigianibg.com).

 

 

  • Contenuto non disponibile
    Clicca qui oppure su "Accetto" nel banner in cima alla pagina per visualizzare correttamente

Categorie delle News

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici per fornire le funzionalità del sito e vogliamo utilizzare anche cookies analitici di terza parte per analizzare il nostro traffico e cookies di profilazione che ci servono per personalizzare i contenuti e fornire le funzioni dei social media. Questi ultimi sono disattivati a meno che l’utente non ne accetti l’utilizzo. Per avere più informazioni CLICCA QUI. Se sei d’accordo con l’attivazione dei cookies analitici e di profilazione clicca sul bottone “Acconsento” qui di fianco. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close