Erogazioni pubbliche 2021: una moratoria concede tempo fino al 31 dicembre 2022. I nostri uffici sono a disposizione

Attualità, Contabilità e gestione di impresa, Fiscale e Tributi, Home, Lobby e rappresentanza, Tutti i mestieri
  • Home    
  • Erogazioni pubbliche 2021: una...

Da qualche anno la normativa sulla “trasparenza” ha introdotto per le imprese l’obbligo di rendere note le erogazioni pubbliche ricevute: per questo entro il 30 giugno di ogni anno è necessario pubblicare i contributi dell’anno precedente.

Anche la pubblicazione degli aiuti di stato ricevuti nel 2021, quindi, avrebbe dovuto essere fatta entro il 30 giugno 2022.

 

Tuttavia, è stata disposta una moratoria, fino al 31 dicembre 2022, nell’applicazione delle sanzioni per mancato adempimento.

Pertanto, chi non avesse ancora provveduto, ha ancora tempo fino a fine anno per effettuare la pubblicazione.

 

Come sempre Confartigianato è a disposizione degli associati per provvedere alla pubblicazione dei dati di quanti fossero privi di un proprio sito internet.

 

Consigliamo però di farlo al più presto, per non correre il rischio di scordarsi l’adempimento e di vedersi applicare pesanti sanzioni, che possono arrivare fino alla revoca dell’agevolazione ottenuta

 

Vediamo di ricapitolare tutte le informazioni.

 

EROGAZIONI PUBBLICHE 2021

 

Chi è soggetto all’obbligo di pubblicazione delle erogazioni pubbliche ricevute

Sono soggette all’obbligo le imprese alle quali nell’anno 2021 sono stati EROGATI (criterio di cassa) contributi pubblici (sovvenzioni sussidi, vantaggi, contributi o aiuti in denaro o in natura) non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, di importo annuo uguale o superiore ad euro 10.000.

 

Ecco quindi come procedere

 

1) Aziende associate che hanno il servizio di contabilità con Confartigianato Imprese Bergamo

In questo caso non dovrai preoccuparti di nulla: facciamo tutto noi!

 


 

2) Aziende che non hanno il servizio di contabilità con Confartigianato Imprese Bergamo

Ecco cosa devi fare

  • verifica con il tuo commercialista se le erogazioni di contributi che hai ricevuto (somma di tutti i contributi) sono di importo uguale o superiore a 10.000 euro. Se non lo sono, non devi fare nulla.
  • se le erogazioni sono uguali o superiori a 10.000 euro, verifica con il tuo commercialista se tutti i contributi sono pubblicati o meno sul Registro nazionale degli aiuti (RNA).

 

Fatto questo secondo passaggio verifica in quale caso rientra la tua azienda:

 

caso A) Hai una srl che deposita al Registro delle Imprese un bilancio ordinario in forma estesa?

Verifica con il tuo commercialista che le erogazioni ricevute siano state puntualmente indicate nella nota integrativa al bilancio.

 

 

caso B) Non depositi un bilancio ordinario e quindi ne redigi uno in forma abbreviata ai sensi dell’art. 2435 bis del Codice Civile, ma la tua azienda ha un sito internet?

  • Se il tuo commercialista ti ha confermato che tutti i contributi sono pubblicati nel Registro nazionale degli aiuti (RNA), devi pubblicare sul tuo sito internet la seguente dicitura: “Obblighi informativi per le erogazioni pubbliche: gli aiuti di Stato e gli aiuti de minimis ricevuti dalla nostra impresa sono contenuti nel Registro nazionale degli aiuti di Stato di cui all’art. 52 della L. 234/2012” e consultabili al seguente link, inserendo come chiave di ricerca nel campo CODICE FISCALE xxxxxx (inserisci il codice fiscale della tua azienda) https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx

 

  • Se i contributi NON sono pubblicati nel Registro nazionale degli aiuti (RNA), devi compilare un elenco dei contributi ricevuti e pubblicarlo sul tuo sito internet.
    Puoi aiutarti con questo
    MODELLO che trovi QUI

 

 In quale pagina del sito vanno pubblicate queste informazioni? La norma non specifica in quale pagina del tuo sito vanno pubblicate, possiamo suggerirti di pubblicarle nella homepage dove sono riportati i riferimenti dell’azienda e la partita IVA.

 

caso C) La tua azienda non ha un sito internet?

Se sei nostro associato e non hai un sito internet, puoi beneficiare del servizio di pubblicazione sul sito internet di Confartigianato Imprese Bergamo rivolto agli associati.

 

Fai compilare dal tuo commercialista l’elenco dei contributi ricevuti.

  • Per i contributi pubblicati nel Registro nazionale degli aiuti (RNA), compilerà la prima parte inserendo il codice fiscale dell’impresa.
  • Per gli altri contributi per cui vige l’obbligo di pubblicazione, dovrà compilare un elenco dettagliato (seconda parte).

 

Dopodiché, puoi richiederci la compilazione sul sito internet di Confartigianato Imprese Bergamo.

 

Come fare?

CLICCA QUI e inserisci nel form i riferimenti della tua impresa e i dati che il tuo commercialista ha riportato nell’elenco

 

Successivamente provvederemo a pubblicare sul nostro sito internet quanto da te indicato.

Troverai i tuoi dati pubblicati all’indirizzo: https://confartigianatobergamo.it/imprese-trasparenti/

 

 

Per saperne di più CLICCA QUI

 

 

Per avere maggiori informazioni:

rivolgiti ai nostri uffici di sede o periferici o manda una mail all’ufficio Fiscale Tributario (e-mail: fiscaletributario@artigianibg.com)

 

Categorie delle News

PROSSIMI EVENTI

agosto

21ago11:0012:00Domenica 21 Agosto 11:00 | Visita guidata in Carrara "Da sfondo a protagonista. Il paesaggio in Carrara"

settembre

11set07:3013:00Domenica 11 Settembre 07:30 | Strabergamo 2022

12set18:0020:00Lunedì 12 Settembre 18:00 | Seminario sull'influenza dei cicli lunari nel mondo estetico

13set17:3019:00Martedì 13 Settembre ore 17:30-19:00 | Evento online I martedì dell'Innovazione | Horizon Europe

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©
X