5^ EDIZIONE DELL’INDAGINE “EFFETTI DEL CORONAVIRUS SULLE MPI LOMBARDE

Attualità, Coronavirus, Dati statistici, Home, Lobby e rappresentanza, Tutti i mestieri
  • Home    
  • 5^ EDIZIONE DELL’INDAGINE “EFFETTI...

L’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia ha pubblicato la 5^ edizione dell’indagine “Effetti del coronavirus sulle MPI lombarde” svolta tra il 26 gennaio ed il 5 febbraio 2021 con circa 2.000 interviste a micro-piccole imprese e imprese artigiane.

 

La rilevazione ha posto l’accento sulla dinamica del fatturato nel 2020 e le aspettative per il 2021, la previsione di recupero dei livelli fatturato pre-Covid e le strategie di risposta alla crisi. Inoltre sono state evidenziate tematiche quali il Superbonus 110%, le Olimpiadi invernali 2026, la digitalizzazione e il Piano Transizione 4.0, con dati riferiti alle province lombarde.

 

I risultati mostrano che le MPI bergamasche hanno riscontrato nel 2020 una riduzione media del fatturato rispetto al 2019 del -25,7% (la media lombarda è del -25,8%). Tra queste il calo è maggiore per le imprese che intercettano la domanda turistica (-32,6%, contro il -34,3% della media lombarda).

Anche le imprese condotte da donne fanno segnare un calo del fatturato del -27,5%. Va peggio nel resto della Lombardia dove il calo è del -29%.

 

Le previsioni delle imprese per la prima metà del 2021 sono di calo del fatturato del 15,2% (15,7% la media lombarda).

 

Per quanto riguarda i tempi di recupero dei livelli di fatturato pre-Covid, il 45,9% delle imprese (contro il 49,2% lombardo) è incerto rispetto alle dinamiche future del mercato e non sa dare una tempistica. Il 54,1% delle imprese (50,8% la media lombarda) prevede invece di recuperare i livelli di fatturato pre-crisi entro i prossimi 13 mesi.

 

Pensando al futuro, il 48,3% delle imprese teme seri rischi operativi e di sostenibilità almeno fino a metà 2021, ma nonostante questo l’84,2% non prevede di ridurre il personale nel momento in cui verrà meno il blocco dei licenziamenti.

 

Inoltre, l’80% delle imprese prevede di adottare strategie reattive nei prossimi mesi dell’anno per cercare di rispondere alla crisi. Tra queste il 64,2% sta pensando di ampliare il numero di clienti, il 45,1% prevede di attivare nuovi canali di vendita, il 40% di entrare in nuovi mercati e il 35,7% di diversificare la produzione. Inoltre, il 25,8% pensa di produrre nuovi beni o offrire nuovi servizi specificamente connessi all’emergenza, mentre il 42,8% pensa comunque di produrre nuovi beni o offrire nuovi servizi. Infine, il 31,4% sta pensando di attivare forme di collaborazione con le altre imprese mentre il 30,2% vuole accelerare la transizione digitale.

 

Il 45,8% delle imprese delle costruzioni pensa che il Superbonus 110% possa avere effetti positivi sui ricavi di impresa, e il 24,7% delle imprese del settore ha già ricevuto segnali di mercato (primi contatti, preventivi, o addirittura inizio lavori) e identifica come principale ostacolo la burocrazia.

 

Per le imprese che intercettano la domanda turistica ampia speranza per le Olimpiadi 2026: il 41,2% delle imprese turistiche considera l’evento un’opportunità di recupero.

 

Sul fronte innovazione e digitalizzazione, il 15,4% delle imprese intende usufruire di misure del Piano Transizione 4.0. A seguito dell’emergenza sanitaria è inoltre salita dell’11,3% la quota delle imprese digitalizzate. In particolare, è cresciuto dell’11,1% l’utilizzo di piattaforme di conference call, del 13,7% l’utilizzo di piattaforme per la formazione on line e del 6,5% lo smart-working.

 

Per scaricare l’indagine CLICCA QUI

Per scaricare l’articolo apparso di L’Eco di Bergamo del 17/02/2021 CLICCA QUI

 

  • Contenuto non disponibile
    Clicca qui oppure su "Accetto" nel banner in cima alla pagina per visualizzare correttamente

Categorie delle News

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici per fornire le funzionalità del sito e vogliamo utilizzare anche cookies analitici di terza parte per analizzare il nostro traffico e cookies di profilazione che ci servono per personalizzare i contenuti e fornire le funzioni dei social media. Questi ultimi sono disattivati a meno che l’utente non ne accetti l’utilizzo. Per avere più informazioni CLICCA QUI. Se sei d’accordo con l’attivazione dei cookies analitici e di profilazione clicca sul bottone “Acconsento” qui di fianco. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close