Legge di Bilancio 2022: novità in materia di previdenza e assistenza

Attualità, Coronavirus, Home, Movimento Anziani ANAP, Pensioni e Previdenza, Provvidenze titolari e lavoratori, Sgravi e bonus fiscali, Tutti i mestieri
  • Home    
  • Legge di Bilancio 2022: novità in...

La Legge di Bilancio 2022 introduce, all’interno dell’articolo 1, nuove disposizioni in materia di previdenza e assistenza.

 

 

INTRODUZIONE DELLA PENSIONE ANTICIPATA CON QUOTA 102

 

Terminata il 31 dicembre 2021 la pensione anticipata con quota 100, nel 2022 viene introdotta per un solo anno la pensione anticipata con QUOTA 102, con 64 anni di età e 38 anni di contributi.

Tutte le disposizioni applicabili a quota 100 si applicano a quota 102, in particolare l’obbligo di cessazione dall’attività lavorativa e la possibilità di conseguire il trattamento pensionistico anche dopo il 31 dicembre 2022, purché i requisiti risultino perfezionati a tale data.

 

 

APE SOCIALE

 

La norma sperimentale riguardante l’APE SOCIALE viene prorogata al 31 dicembre 2022.

Si ricorda che tale prestazione viene riconosciuta al compimento dei 63 anni di età e costituisce un’indennità per una durata non superiore al periodo intercorrente tra la data di accesso al beneficio e la data per la pensione di vecchiaia.

Ai 63 anni di età si deve aggiungere un altro requisito fra i quattro seguenti:

  1. a) essere in stato di disoccupazione con una anzianità contributiva di 30 anni
  2. b) assistere da almeno 6 mesi con Legge 104 un coniuge o un parente ed avere un’anzianità contributiva di 30 anni
  3. c) essere titolare di un’invalidità civile con 74% o oltre con un’anzianità contributiva di 30 anni
  4. d) lavoratori dipendenti in possesso di almeno 36 anni di contributi che svolgono da almeno 7 anni negli ultimi 10 o 6 anni negli ultimi 7 una serie di mansioni gravose.

Nel provvedimento in questione la novità è che, non solo si sono aggiunte nuove mansioni gravose da lavoratori dipendenti, ma per la prima volta compaiono, senza distinzioni  di tipo di lavoro, anche artigiani ed agricoltori. In più per gli operai edili ed i ceramisti il requisito di contribuzione scende da 36 anni a 32.

Per tutte le categorie interessate all’Ape sociale è necessario presentare una domanda di certificazione delle condizioni entro le 3 scadenze differenziate del 31 marzo, 15 luglio, 30 novembre 2022.

 

 

OPZIONE DONNA

 

L’accesso a pensione in regime sperimentale per le lavoratrici, cosiddetta OPZIONE DONNA ha spostato il termine entro il quale maturare i requisiti previsti al 31 dicembre 2021, in luogo del precedente 31 dicembre 2020.

Rimane il requisito dei 35 anni di contributi e 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti, dei 35 anni di contributi e 59 anni di età per le autonome.

Il trattamento pensionistico in questione resta ancorato alla finestra mobile di 12 mesi per le pensioni da dipendente e di 18 mesi per le pensioni da lavoratrici autonome.

A disposizione per ogni chiarimento, porgo cordiali saluti.

 

 

Per maggiori informazioni:

Ufficio Inapa – Leopoldo Dalle Vegre (tel. 035.274.240)

 

 

Categorie delle News

PROSSIMI EVENTI

gennaio

25gen17:3018:30Martedì 25 Gennaio ore 17:30-18:30 evento online| I martedì dell'Innovazione | Le principale novità del programma "Transizione 4.0"

febbraio

08feb17:3018:30Martedì 8 Febbraio ore 17:30-18:30 I martedì dell'Innovazione | Transizione 4.0 e macchine semoventi

22feb17:3018:30Martedì 22 Febbraio ore 17:30-18:30 evento online | I martedì dell'Innovazione | I settori ed i mestieri coinvolti dal programma 4.0

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©
X