Lo stato dell’arte nel settore legno-arredo da una indagine dell’Osservatorio MPI in occasione del Salone del Mobile – Fiera Milano-Rho dal 5 al 10 settembre

Dati statistici, LEGNO E ARREDO, Legno e Arredo: Falegnami, Mobilieri, Lobby e rappresentanza, Produzione e subfornitura
  • Home    
  • Lo stato dell’arte nel settore...

In occasione del Salone del Mobile che si tiene dal 5 al 10 settembre presso Fiera Milano-Rho, l’Osservatorio MPI di Confartigianato Imprese Lombardia, ha realizzato un’interessante indagine che ha fatto una sorta di “radiografia” del settore che ruota attorno all’economia del mobile.

 

L’indagine mostra un comparto che è vivo e che dopo il 2020 è ripartito portando già ai livelli del 2019, sia per il settore industriale che per il settore artigiano. In Lombardia il trend della produzione del settore legno-arredo, rilevato attraverso l’analisi dei dati congiunturali di Unioncamere Lombardia, mostra al II trimestre 2021 un rafforzamento della fase di ripresa rispetto al I trimestre dell’anno in corso, sia per l’industria (+7,6%) che per l’artigianato (+6,0%). Seppur quest’ultimo non riesca ancora a raggiungere il livello pre-crisi (con indice pari ad 89 al II trimestre 2021 vs indice pari a 95 al IV trimestre 2019), va ricordato che nel periodo pre Covid-19 (IV trimestre 2019) era l’artigianato a presentare dinamiche di produzione più robuste rispetto alle altre imprese del settore: artigianato (+3%) vs industria (+0,2%).

 

Per quanto riguarda i numeri delle imprese, in Lombardia il comparto del legno-arredo al II trimestre 2021 conta 9.724 imprese, pari al 9,4% del totale imprese manifatturiere. Questo è un settore ad ampia presenza di artigianato con 6.573 imprese, pari al 68% del totale imprese del settore. Nell’artigianato il legno-arredo rappresenta il 12,7% delle imprese artigiane manifatturiere.

 

Negli ultimi 10 anni (II trimestre 2011-II trimestre 2021) la platea di imprese del settore si è ridotta di 3.092 unità, pari ad un calo del -24,1% in termini percentuali. L’80,6% di questa riduzione è dovuta alla maggiore difficoltà di tenuta delle imprese artigiane che nei 10 anni in esame si riducono di 2.492 unità, pari al -27,5%.

 

Anche l’Export in questo periodo è riuscito a fare la sua parte. L’importanza di questo settore per il made in Italy e l’ampio contributo che le imprese del nostro territorio danno all’eccellenza di questi beni richiesti in tutto il mondo trova evidenza e conferma nel fatto che nella classifica ibrida europea per valore dell’export di mobili le 12 province dell’asse del mobile tra cui 5 lombarde – Brescia, Bergamo, Milano, Monza Brianza e Como – occupano la 3ª posizione.

 

Tra le province italiane che danno contributo maggiore all’export di legno e mobili ne troviamo 6 lombarde, tra cui Monza-Brianza, Como e Sondrio che rientrano tra le prime 10, seguite da Brescia in 12ª posizione per valore dell’export di legno e mobili, Bergamo in 14ª posizione e Mantova in 15ª.

Al I trimestre dell’anno in corso (2021), rispetto allo stesso periodo pre-pandemia (2019), la nostra regione non registra ancora segnali di recupero della domanda estera di beni in legno e mobili (-4,9%). A livello provinciale però tre raggiungono e superano il valore delle vendite del I trimestre 2019: Sondrio (+29,1%), Monza Brianza (+4,1%) e Mantova (+4,0%).

 

Chiudiamo con un accenno al fronte del green e della sostenibilità ambientale, dove le imprese del settore legno-arredo mostrano un’attenzione e una sensibilità superiore alla media, con una quota di imprese che hanno intrapreso almeno una azione di tutela dell’ambiente pari al 74,3%, sopra di 2,9% alla quota media totale (70,5%).

Questi sono alcuni degli aspetti presi in considerazione dall’Osservatorio MPI. L’indagine completa, ampia e articolata viene presentata in questi giorni in Fiera.

 

  • Contenuto non disponibile
    Clicca qui oppure su "Accetto" nel banner in cima alla pagina per visualizzare correttamente

Categorie delle News

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici per fornire le funzionalità del sito e vogliamo utilizzare anche cookies analitici di terza parte per analizzare il nostro traffico e cookies di profilazione che ci servono per personalizzare i contenuti e fornire le funzioni dei social media. Questi ultimi sono disattivati a meno che l’utente non ne accetti l’utilizzo. Per avere più informazioni CLICCA QUI. Se sei d’accordo con l’attivazione dei cookies analitici e di profilazione clicca sul bottone “Acconsento” qui di fianco. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close