Decreto Anti-frodi: sui Bonus Edilizia l’agenzia delle Entrate accoglie l’interpretazione di Confartigianato favorevole alle imprese

Attualità, Contabilità e gestione di impresa, Costruzioni, Credito e servizi finanziari, Fiscale e Tributi, Home, Impiantistica, Lobby e rappresentanza, Tutti i mestieri
  • Home    
  • Decreto Anti-frodi: sui Bonus Edilizia...

Grazie anche all’intensa attività di lobby di Confartigianato, l’Agenzia delle Entrate ha accolto un’interpretazione più favorevole alle imprese, inserendola nei primi chiarimenti circa le novità introdotte con il Decreto Anti-frodi.

 

Nelle FAQ pubblicate il 22 novembre sul proprio sito internet, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i contribuenti che hanno ricevuto e pagato le fatture per la quota a loro carico ed esercitato l’opzione per la cessione, attraverso la stipula di accordi tra cedente e cessionario, o per lo sconto in fattura, mediante la relativa annotazione, anteriormente all’entrata in vigore del Decreto Legge (12 novembre 2021), possono eseguire la comunicazione all’Agenzia delle Entrate senza visto di conformità e senza la necessità di asseverare la congruità delle spese. A tal proposito, le procedure telematiche dell’Agenzia delle Entrate saranno aggiornate nei prossimi giorni.

 

Sempre nelle FAQ, è stato precisato che, in attesa dell’adozione del decreto del Ministero della Transizione Ecologica, i tecnici abilitati possono eseguire le asseverazioni della congruità delle spese facendo riferimento ai prezzari individuati dal decreto ministeriale del 6 agosto 2020.

 

“È un primo passo, – ha detto il presidente di Confartigianato Imprese Bergamo Giacinto Giambellini – si tratta di un’interpretazione favorevole, che si deve anche all’impegno di Confartigianato sui tavoli di concertazione. Adesso però è opportuna una modifica del testo che, per come è stato introdotto, senza preavviso, di immediata applicazione, con adempimenti sproporzionati e molti dubbi operativi, sta rischiando di mettere in ginocchio tutto il comparto di imprese legato alle detrazioni edilizie, in particolare quelle più piccole. Servono dei paletti, sia per quanto riguarda la decorrenza, sia per gli interventi da ricomprendere o escludere, con particolare riguardo ai lavori e ai bonus minori. È inoltre necessario inserire delle soglie sotto le quali non vi sia necessità di asseverazione e visto, e che tali spese vengano rese agevolabili. Ed è su questo che adesso stiamo chiedendo al Parlamento di decidere, in sede di conversione in legge, perché venga tenuto conto delle forti criticità di un provvedimento che toglierebbe ai bonus il ruolo di propulsori che hanno sempre avuto, in vista della ripartenza del Sistema Italia.”

 

Ricordiamo che il Decreto Legge n.157 del 11 novembre 2021 “Misure urgenti per il contrasto alle frodi nel settore delle agevolazioni fiscali ed economiche” cosiddetto Decreto Anti-frodi, in vigore dal 12 novembre, ha introdotto nuovi adempimenti a carico delle imprese per ottenere i bonus fiscali legati alle detrazioni edilizie, sia ordinarie che relative al Superbonus110%. In particolare, viene richiesta l’asseverazione della congruità delle spese sostenute per l’opzione per sconto in fattura/cessione delle detrazioni “ordinarie” (50%, 65% e 90%) oltre all’apposizione del visto di conformità attestante la sussistenza dei presupposti che danno diritto all’agevolazione sulla comunicazione da inviare all’Agenzia delle Entrate.

 

Per ottenere dei correttivi, Confartigianato Imprese Bergamo aveva inviato una comunicazione ai parlamentari bergamaschi, evidenziando le difficoltà delle imprese e chiedendo sostegno per l’eliminazione del provvedimento o l’introduzione di idonee modifiche. Restiamo in attesa di prossimi sviluppi su questo tema di vitale importanza per le nostre imprese.

 

  • Contenuto non disponibile
    Clicca qui oppure su "Accetto" nel banner in cima alla pagina per visualizzare correttamente

Categorie delle News

PROSSIMI EVENTI

dicembre

14dic19:0021:00Martedì 14 Dicembre ore 19:00 | Evento di Natale Movimento Giovani Imprenditori | Premiazione BraveArt

gennaio

Nessun evento

CONFARTIGIANATO IMPRESE BERGAMO p.iva 02351170168 - c.f. 80021250164 | Copyright ©
X

Su questo sito utilizziamo cookies tecnici per fornire le funzionalità del sito e vogliamo utilizzare anche cookies analitici di terza parte per analizzare il nostro traffico e cookies di profilazione che ci servono per personalizzare i contenuti e fornire le funzioni dei social media. Questi ultimi sono disattivati a meno che l’utente non ne accetti l’utilizzo. Se sei d’accordo con l’attivazione dei cookies analitici e di profilazione clicca sul bottone “Acconsento” qui di fianco. Per avere più informazioni Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi